Inizia bene il semestre dei fondi

- Scritto da: martina -

Il mese di luglio ha dato avvio a un secondo semestre che si apre favorevole ai fondi comuni d’investimento. Per la seconda volta dall’inizio dell’anno, secondo i dati diffusi da Assogestioni, il bilancio tra sottoscrizioni e riscatti torna a sostenere i primi procurando al sistema flussi positivi per oltre 1,8 miliardi di euro. Protagonisti di questo risultato sono i Fondi di Diritto Estero promossi da Gruppi italiani ed esteri che, con una raccolta che sfiora il miliardo e 900 milioni di euro, appianano abbondantemente i deflussi registrati dai prodotti di Diritto Italiano. Gli asset dell’industria, traendo beneficio dall’andamento positivo dei mercati e dai risultati di raccolta, tornano a raggiungere quota 412,6 miliardi di euro. Sulla base delle rilevazioni registrate dall’Ufficio Statistiche di Assogestioni, il mese si chiude con quattro categorie in positivo: Azionari, Obbligazionari, Liquidità e Flessibili. Il risultato più significativo è quello registrato dai Fondi Obbligazionari che tornano in positivo e archiviano il mese con una raccolta netta di oltre un miliardo. Il patrimonio della categoria torna a crescere sopra quota 156,5 miliardi di euro, pari al 37,9% degli asset complessivi. I Fondi di Liquidità mettono a segno una raccolta di 655 milioni di euro. Anche in questo caso gli asset sono in crescita e sfiorano gli 88 miliardi, equivalenti al 21,3% del patrimonio investito in fondi. I prodotti Azionari vedono affluire nelle proprie casse 561 milioni. Il patrimonio affidato a questa categoria torna così a quota 80,7 miliardi di euro e rappresenta il 19,6% degli asset. I Fondi Flessibili registrano a luglio afflussi per 142 milioni di euro. Il patrimonio investito in questi prodotti sale a quota 54 miliardi di euro, il 13,1% del patrimonio investito in quote di fondi.

Dopo il dato positivo di giugno i Fondi Bilanciati tornano in territorio negativo per 44 milioni di euro. Nonostante i deflussi il patrimonio cresce portandosi abbondantemente oltre la quota dei 17 miliardi di euro. Un dato che in percentuale pesa per il 4,2%. Ancora negativo il bilancio per i Fondi Hedge che registrano 584 milioni in uscita e detengono un patrimonio, in flessione, equivalente al 3,9% degli asset complessivi, pari a oltre 16 miliardi di euro. È negativo il resoconto di raccolta per i Fondi di diritto Italiano promossi da Gruppi Italiani ed Esteri, che chiudono il mese con deflussi pari a 75 milioni di euro. Anche questo mese i Fondi di diritto Estero si confermano l’investimento preferito per i sottoscrittori. La raccolta provvisoria sfiora gli 1,9 miliardi di euro.